Collezione, archiviazione e pubblicazione di fotografie storiche

Il progetto Interreg “Argento vivo. Fotografia patrimonio culturale” insegna a gestire le raccolte fotografiche

Una vecchia scatola di scarpe trovata in soffitta: il lascito di una vecchia zia. Al suo interno: vecchie foto e negativi su lastra di vetro. Feste in famiglia e sagre paesane, i bisnonni a scrutare l'obiettivo con sguardo severo. Uno scatto in bianco e nero con soldati in uniforme, il ricordo di una casa che ormai non esiste più, diapositive colorate di bambini con i loro giocattoli preferiti.  Singole polaroid, rullini non ancora sviluppati e scritte cariche di mistero.

Le vecchie fotografie avvicinano al passato; nel confronto con il presente testimoniano i cambiamenti intervenuti nel tempo e l'evoluzione della società, nel grande come nel piccolo. Nella realtà privata le immagini fotografiche sono istantanee a cui appigliarsi, punti fermi ed elementi di riferimento. Il loro potere è immenso e vario e uno studio critico delle fonti una necessità.

immagine simbolica di una scatola di scarpe tratta dal pieghevole 
(Fotografo: Roberto Dalla Torre; Ufficio Film e media)

Queste fotografie narrano momenti della storia del Tirolo e dell'Alto Adige, raccontano cambiamenti culturali e progressi tecnici, parlano di mode, stili e di modelli familiari e anche dei momenti ritenuti tanto importanti da venire immortalati. Mostrano scene di vita quotidiana ed eventi storici e rivelano sempre la prospettiva e la realtà dell'autore o dell'autrice dello scatto. Il progetto Interreg “Argento vivo. Fotografia patrimonio culturale” è dedicato al fascino delle fotografie antiche. La raccolta e catalogazione delle immagini, la conservazione e archiviazione nel tempo e le possibilità di rendere accessibile al pubblico questo enorme patrimonio culturale sono i temi curati dal progetto in atto sul territorio del Tirolo austriaco e dell'Alto Adige. L'obiettivo è quello di fornire a tutti gli interessati gli strumenti per la gestione delle fotografie antiche. È un progetto congiunto, portato avanti dall'Archivio Tirolese per la documentazione e l'arte fotografica, dalla Città di Brunico, dall'Ufficio Film e media e dalla Ripartizione Musei della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige. Il progetto è in corso dal 01.01.2017 fino al  30.06.2019.

La piattaforma Argento vivo, un portale di servizi dedicati alla fotografia storica in Tirolo e in Alto Adige, funge al tempo stesso da “vetrina” del progetto Interreg. Nel corso della sua attuazione, lo staff di “Argento vivo” pubblicherà qui gli aggiornamenti sui risultati e gli sviluppi dell'iniziativa. Iscriviti alla nostra newsletter e ti terremo costantemente aggiornato sulle ultime novità.

 

La nostra missione: competenza nell'utilizzo, accesso libero. Strategie innovative.

Accesso libero: pubblicazione e utilizzo di fotografie storiche

Nella banca dati è possibile eseguire la ricerca di immagini contenute nei diversi fondi fotografici delle istituzioni partecipanti al progetto e rese liberamente accessibili con licenze aperte. La banca dati è infatti disponibile in formato Open Data. Una App riporta le immagini storiche di elementi del paesaggio e della realtà tirolese e altoatesina nei punti in cui furono scattate. Quattro mostre, due delle quali disponibili in formato digitale direttamente qui, sulla piattaforma Argento vivo, offrono un'ampia rassegna di immagini fotografiche storiche, per buona parte finora inedite, dell'odierna Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino.

Competenza nell'utilizzo: proposte formative sul territorio e online

In cinque workshop gratuiti e aperti al pubblico, organizzati in Tirolo e Alto Adige fra il mese di settembre 2017 e la primavera del 2019, lo staff  di “Argento vivo” intende promuovere, con la collaborazione di esperti del settore, la divulgazione di nozioni fondamentali e consigli utili per la gestione delle fotografie antiche soffermandosi, in particolare, sui seguenti aspetti chiave:

  • Storia della fotografia in Tirolo e in Alto Adige
  • Diritto dell'immagine e Creative Commons (CC) – con particolare riguardo per la normativa italiana e la legislazione austriaca in vigore
  • Archiviazione e catalogazione
  • Digitalizzazione ed elaborazione delle immagini
  • Archiviazione digitale a lungo termine

 

L431 TAP

Due turiste davanti alle Tre Cime,1913 circa
(Fotografo: Franz von Kahler; Collezione Franz von Kahler – TAP)

 

I risultati dei workshop confluiranno quindi in pubblicazioni di linee guida, a carattere informativo e divulgativo, destinate ad essere utilizzate nella pratica. Concepiti come Open Educational Resource (OER), i manuali saranno disponibili in lingua italiana, tedesca e inglese e potranno essere scaricati gratuitamente in formato PDF. I contenuti dei workshop saranno inoltre disponibili, in modalità interattiva e didattica, nel corso online “Argento vivo”, anch'esso interamente gratuito. Lo staff di esperti riuniti in “Argento vivo” illustra ad esempio come archiviare le fotografie storiche, come creare una banca dati, spiegando inoltre come catalogare e salvare le immagini e quali norme rispettare nella pubblicazione. Lo staff del progetto “Argento vivo” fornisce inoltre a tutti gli interessati consulenza personale e in loco. Non esitate a contattarci
Importante: tutti i risultati del progetto sono disponibili con licenza Creative Commons, ossia liberamente fruibili, fatta eccezione per “Alcuni diritti riservati”. Questo genere di licenze favorisce un uso democratico e interregionale del patrimonio di dati.

Il progetto Interreg “Argento vivo. Fotografia patrimonio culturale” promuove l'idea di un accesso libero e democratico alle informazioni e ai beni culturali, inserendosi nel quadro delle strategie innovative, attuate a livello europeo e nazionale, che rispondono alla tendenza della società odierna verso la digitalizzazione e della fruizione illimitata dei media.

Novità

Convegno ”L'immagine: Diritto e Creative Commons in fotografia” il 24.01.2018, Eurac/Bolzano

Newsletter Argento vivo 1/2018

Gentili interessati, mancano ormai pochi giorni al secondo appuntamento nell’ambito della nostra serie di workshop che ...

Sguardo retrospettivo sul convegno “Storia della fotografia” e anticipazione convegno “Diritto di immagine”

Newsletter Argento vivo 3/2017

Gentili interessati, dove sono nati i primi studi fotografici in Tirolo e in Alto Adige? Quali erano le fotocamere usate nel ...

Un'occhiata all'archivio fotografico

Selezione casuale di immagini della banca dati

Vista attraverso la porta Rienza sul ponte Rienza di sopra

Città di Brunico

Vai alla pagina dettagli

maso Lasch al passo Pinei

Ufficio Film e media, Provincia autonoma di Bolzano - Alto A...

Vai alla pagina dettagli

Ristorante al Torchino a Bolzano

Città di Brunico

Vai alla pagina dettagli

Il Picco dei Tre Signori con il fiume Isel

Archivio Tirolese per la documentazione e l’arte fotografica

Vai alla pagina dettagli
Suche

Bitte geben Sie in das Textfeld den gewünschten Suchbegriff ein!