Linee guida per l’approccio agli archivi fotografici storici

L’archivio fotografico – Consigli utili

Come gestire un patrimonio di lastre in vetro, diapositive, stampe in bianco e nero e negativi? Come comportarsi con le fotografie d’epoca? Come nacquero? Come conservarle?  Come archiviare e creare una banca dati? Come digitalizzare il proprio archivio fotografico? Cosa considerare nella scansione di vecchie foto? A cosa prestare attenzione se si vogliono rendere pubbliche immagini storiche? Cosa c’è da sapere sul diritto d’autore e sui diritti fotografici? E ancora…

Sono domande ricorrenti fra chi si trovi ad avere a che fare con fotografie d’epoca. Il progetto Interreg “Argento vivo. Fotografia patrimonio culturale” intende darvi una risposta promuovendo professionalità e competenze. Un obiettivo al quale collaborano l’Archivio Tirolese per la documentazione e l’arte fotografica (TAP) di Lienz, la Città di Brunico  e l’Ufficio Film e media, oltre alla Ripartizione Musei della Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige. L’Archivio Provinciale di Bolzano, i Musei Regionali Tirolesi, il “Tiroler Bildungsforum” di Innsbruck e l’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino sono partner associati.

 

Promozione delle competenze legate alla gestione dei patrimoni fotografici con focalizzazione sulle seguenti tematiche:

  • Storia della fotografia in Tirolo e in Alto Adige
  • Diritto e Creative Commons (CC) in fotografia
  • Archiviazione e catalogazione
  • Digitalizzazione ed elaborazione immagini
  • Archiviazione digitale a lungo termine

 

Workshop previsti nell’ambito del progetto “Argento vivo”

Le tematiche vengono affrontate nell’ambito di laboratori gratuiti, e aperti a tutti gli interessati, in programma da settembre 2017 alla primavera del 2019. Esperte ed esperti di storia, fotografia, archivistica, diritto ecc. forniranno in questi incontri un inquadramento generale, oltre ad approfondimenti ed esempi pratici. 

 

Workshop 1: “Storia della fotografia in Tirolo e in Alto Adige” (20 settembre 2017, Forte di Fortezza)

Nel corso dell’incontro sono intervenuti Anton Holzer (Vienna), Meinrad Pizzinini (Fiè), Gunther Waibl (San Lorenzo) e Daniela Pera (Trento). Floriano Menapace (Trento) ha riferito sui cambiamenti intervenuti nella professione del fotografo nel XX e XXI secolo. Sulla scorta di immagini scattate da fotografi altoatesini amatoriali nella guerra di Abissinia (1935-1941), Markus Wurzer (Linz/Graz) ha invece illustrato le differenze fra le immagini della propaganda ufficiale e gli scatti privati. Evelyn Reso (Merano) del Museo Provinciale del Turismo mandava “Saluti da…” presentando il primo strumento visivo di massa: le cartoline illustrate. Valentina Cramerotti (Trento/Bolzano) ha parlato di Enrico Pedrotti (1905–1965), fotografo attivo a Trento e Bolzano con opere collocabili fra arte e mestiere. Nell’ambito di una mostra di materiali fotografici dell’Archivio Tirolese per la documentazione fotografica e l’arte, dell’Ufficio Film e Media, dell’Archivio Provinciale di Bolzano e dei Musei Regionali Tirolesi, l’evento offriva inoltre l’occasione di ammirare testimonianze originali di quasi 180 anni di storia della fotografia: un diorama storico con immagini stereoscopiche, macchine fotografiche del XIX e XX secolo, cartoline, negativi e positivi e persino una dagherrotipia.

Programma

Poster

I risultati dell’evento sono raccolti nella prima pubblicazione del progetto “Storia della fotografia in Tirolo e in Alto Adige”.

 

Saal zu C1 Leitlinien MK

La sala in cui è stato ospitato l’evento tenuto al Forte di Fortezza il 20 settembre 2017
(Fotografo: Jannis Cassar Franceschini/Ripartizione Musei, Bolzano)

 

Workshop 2: “L’immagine: diritto e Creative Commons in fotografia” (24 gennaio 2018, Eurac Bolzano)

Gli avvocati Rainer Beck (Graz) e Simone Aliprandi (Pavia) hanno illustrato in interventi paralleli la normativa austriaca e italiana in materia di diritto d’autore, diritto all’immagine, diritti d’uso e periodi di protezione. Entrambi gli esperti legali hanno gettato uno sguardo all’Europa segnalando le possibilità offerte dalle licenze Creative Commons. Con la moderatrice Sabina Frei i giuristi hanno preso in esame esempi di utilizzo di fotografie contemporanee e storiche soffermandosi inoltre sugli aspetti del diritto all’informazione e alla tutela dei dati (privacy). A titolo di portavoce di diversi gruppi di interesse sono inoltre intervenuti la fotografa Ingrid Heiss (Bressanone, presidente dei Fotografi Professionisti Alto Adige), il giornalista Christoph Franceschini (Appiano, giornalista freelance, autore e documentarista), Elisabeth Harasser (Innsbruck, Garante per l’infanzia e l’adolescenza del Land Tirolo) e Barbara Weis (Bolzano, direttrice dell’Ufficio Film e media in rappresentanza di un archivio fotografico) affrontando gli aspetti del diritto della fotografia.

Programma

Poster

I risultati dell’incontro sono raccolti  nella seconda pubblicazione del progetto  “L’immagine: diritto e Creative Commons in fotografia”.

 

Auditorium zu C1 Leitlinien IMG 5154 MK

L’auditorium all’Eurac di Bolzano il 24 gennaio 2018
(Fotografo: Martin Silbernagl/Ufficio Film e media, Bolzano)

 

Workshop 3: “Come conservare e ordinare correttamente le foto” (19 aprile 2018, Castello di Brunico)

Nel mese di aprile 2018 Castello di Brunico ha ospitato un laboratorio dedicato all’archiviazione e catalogazione. Roland Sila (Museo Regionale Tirolese Ferdinandeum) e Bernhard Mertelseder (Tiroler Bildungsforum), rappresentanti dei partner tirolesi associati al progetto Argento vivo, hanno fornito nel corso della mattinata indicazioni e istruzioni per la creazione di un archivio fotografico. Nel suo intervento, Roland Sila è partito dalle esigenze della ricerca: per riuscire a trovare un’immagine, è necessario che sia adeguatamente archiviata e catalogata. Bernhard Mertelseder ha illustrato passo passo le singole operazioni necessarie alla creazione di un archivio digitale e alla creazione di un “ordine nel proprio archivio fotografico”. Nel suo intervento ha sottolineato l’importanza della qualità di accesso a un archivio e le possibilità di elaborazione dei metadati dei files di immagini.

Nell’ambito di un’esposizione di prodotti, inoltre, i circa 110 partecipanti provenienti dal Tirolo, dall’Alto Adige e Trentino hanno avuto l’opportunità di esaminare materiali per l’archiviazione e la corretta conservazione delle fotografie d’epoca. I rappresentanti di alcune aziende hanno presentato scatole per l’archiviazione, buste per negativi di diversi formati, fotofilm, diapositive e per lo sviluppo e la stampa in diversi formati e tecniche.

Nel pomeriggio Marjen Schmidt, apprezzata restauratrice fotografica bavarese, ha spiegato quale trattamento riservare a materiali fotografici d’epoca, come riuscire ad archiviarli al meglio, e ha mostrato lastre di vetro scheggiate, stampe sbiadite e materiale filmico in disgregazione. Ha parlato dell’archivio fotografico ideale, dello spazio necessario, degli arredi adatti, delle custodie e delle scatole, oltre che degli strumenti di lavoro, sottolineando quello che è il leitmotiv degli archivisti: “Conservare il salvabile”.

Programma

Poster 

I contenuti e i risultati degli interventi sono raccolti nella terza pubblicazione del progetto “Come conservare e ordinare correttamente le foto”.

 

IMG 0851

Pausa pranzo nel cortile interno di Castel Brunioc il 19 aprile 2018
(Fotografo: Martin Silbernagl/Ufficio Film e media, Bolzano)

 

Workshop 4: “Digitalizzare ed elaborare le fotografie” (12 ottobre 2018, Wirtschaftskammer Lienz)

Programma

Poster

 

Esiti i workshop: pubblicazioni, e-learning ed esposizioni

In cinque pubblicazioni digitali (Istruzioni ) saranno affrontati in dettaglio i temi toccati nell’ambito degli eventi. Appena pubblicati, i contenuti redatti in lingua italiana, tedesca e inglese, potranno essere scaricati gratuitamente da questa pagina web. Clicca sul link e scopri ulteriori informazioni sulle linee guida già pubblicate.

Scopri le pubblicazioni

 

Anche il programma di formazione online “Argento vivo” fornisce nozioni sul corretto approccio con la fotografia storica: strutturato, interattivo e ricco di immagini, il corso di E-Learning si rivolge a cronisti e bibliotecari, a professionisti e volontari operanti per archivi fotografici, strutture museali o in ambito culturale, ma è aperto a tutti i soggetti interessati. Realizzato in lingua italiana e tedesca, il corso online fornisce risposte, istruzioni e consigli utili per la gestione e la cura delle fotografie antiche. Scoprine i dettagli cliccando sul link:

Scopri il programma di E-Learning

 

Il progetto “Argento vivo” presenta un ricco patrimonio di fotografie storiche: due mostre organizzate a livello locale e due esposizioni virtuali danno accesso ad archivi pilota e testimonianze, sinora riservate, della fotografia tirolese e altoatesina. Le immagini scattate dai diversi fotografi consentono di osservare e scoprire il passato da prospettive diverse. Clicca sul link per accedere a ulteriori informazioni sulle esposizioni:

Scopri le esposizioni

Novità

Convegno ”L'immagine: Diritto e Creative Commons in fotografia” il 24.01.2018, Eurac/Bolzano

Newsletter Argento vivo 1/2018

Gentili interessati, mancano ormai pochi giorni al secondo appuntamento nell’ambito della nostra serie di workshop che ...

Sguardo retrospettivo sul convegno “Storia della fotografia” e anticipazione convegno “Diritto di immagine”

Newsletter Argento vivo 3/2017

Gentili interessati, dove sono nati i primi studi fotografici in Tirolo e in Alto Adige? Quali erano le fotocamere usate nel ...

Suche

Bitte geben Sie in das Textfeld den gewünschten Suchbegriff ein!